Santa Maria presso San Celso

Santa Maria dei Miracoli presso San Celso  è una chiesa e un santuario a Milano , Lombardia , nel nord Italia .

Storia e panoramica

La costruzione fu iniziata da Gian Giacomo Dolcebuono e Giovanni Battagio nel 1493, per ospitare un’icona miracolosa della Madonna, inizialmente sul piano centrale. La prima parte ad essere costruita fu la cupola ottagonale, coperta esternamente da un tamburo con loggia e arcate decorate da dodici statue in muratura di Agostino De Fondulis , progettato in stile lombardo da Giovanni Antonio Amadeo (1494-1498).

Nel 1506 all’edificio originale fu aggiunto un complesso a tre navate, il primo coperto da una monumentale volta a botte anch’esso di Amadeo; il presbiterio ricevette un ambulacro poligonale ispirato a quello del Duomo .

Nel XVI secolo fu aggiunto anche il portico quadrato in stile classico, forse progettato da Cesare Cesariano o Cristoforo Lombardo (il Lombardino). La massiccia facciata in stile manierista ed eclettico fu progettata da Galeazzo Alessi alla fine del XVI secolo e fu realizzata da Martino Bassi ; è decorata da numerose statue e rilievi di Stoldo Lorenzi e Annibale Fontana .

Dal 1595 l’organista era il virtuoso della tastiera Giovanni Paolo Cima .`

Interior

L’interno ospita numerose opere di artisti rinascimentali e barocchi milanesi: Giovan Battista Crespi (il Cerano), Camillo e Giulio Cesare Procaccini , Carlo Francesco Nuvolone , Antonio Campi , Bergognone , Callisto Piazza e altri. Notevoli sono il  Battesimo di Gesù  di Gaudenzio Ferrari e Giovan Battista della Cerva , la  Caduta di San Paolo  di Moretto e, sull’altare del transetto destro, una pala d’altare di Parigi Bordone . Il leggio del coro è di Giuseppe Meda .

Nel transetto sinistro, all’interno di un altare progettato da Martino Bassi, si trova la venerata statua in marmo  dell’Assunta  di Annibale Fontana (1586) con due angeli successivi di Giulio Cesare Procaccini.

San Celso

Annessa a Santa Maria è la chiesa romanica di San Celso, dedicata al martire San Celso , che fu in gran parte demolito. Fu fondato nel 4o secolo e ricostruito nell’undicesimo secolo.

La facciata (rifatta nell’Ottocento) presenta un rosone e un portale romanico con decorazione di figure animalier. Anche dal 11 ° secolo è il campanile.

Top

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *