San Marco

San Marco  è una chiesa a Milano , nel nord Italia .

Storia

Secondo la tradizione, la chiesa fu dedicata a San Marco , patrono di Venezia , dopo l’aiuto dato da quella città nella guerra contro Federico Barbarossa nel 12 ° secolo. Tuttavia, la prima menzione della chiesa risale al 1254 quando gli Agostiniani costruirono un edificio in stile gotico con una navata e due navate che riutilizzavano costruzioni preesistenti.

La struttura fu pesantemente modificata in stile barocco durante il XVII secolo, quando divenne la chiesa più grande della città dopo il Duomo di Milano .

All’inizio del 1770, il giovane Mozart risiedeva nel monastero di San Marco per tre mesi  [1]  e, il 22 maggio 1874, il primo anniversario della morte del poeta e romanziere milanese Alessandro Manzoni fu commemorato nella chiesa dal primo prestazioni di Verdi ‘s  Requiem  , scritto in suo onore.

Arte e architettura

La facciata risale a un restauro del 1871 di Carlo Maciachini , che conservava il portale in marmo con timpano , una galleria di archetti, il rosone e tre statue di santi attribuite a Giovanni di Balduccio o al Maestro di Viboldone. Nella lunetta è un mosaico raffigurante la Madonna tra i Santi, copia dell’originale di Angelo Inganni .

Il campanile risale al 14 ° secolo. Fu restaurato e completato nel 1885. L’interno, in stile barocco, ha una navata e due navate laterali.

Nella prima cappella a destra sono gli affreschi di Gian Paolo Lomazzo . Nel transetto destro è un affresco del Fiammenghini  [2]  [3]  con  Alessandro IV che istituì l’Ordine degli Agostiniani  , sotto il quale fu scoperta una  crocifissione del  XIV secolo nel 1956. L’autore di quest’ultimo è stato identificato da Anovelo da Imbonate . Il braccio destro del transetto ospita anche diversi sarcofagi della metà del XIV secolo, tra cui la tomba di Lanfranco Settalo, consigliere dell’arcivescovo Giovanni Visconti , di Giovanni di Balduccio .

Vicino all’uscita posteriore c’è una lapide del XVI secolo raffigurante l’  Angelo della Resurrezione  , un altro affresco dei Fiammenghini (sotto il quale si trova un affresco del XIV secolo). Sulle pareti laterali del presbiterio si trovano la  Disputa di Sant’Ambrogio e Sant’Agostino  di Camillo Procaccini e il  Battesimo di Sant’Agostino  di Giovanni Battista Crespi .

Riferimenti

  1. Salta su^  ‘Soggiorno di Mozart a Milano’, mozartways.com.
  2. Salta su^  ‘Rovere, della (ii)’, il dizionario di arte del boschetto, artnet.com.
  3. Salta^  FratelliGiovanni Battista della Rovere(1560 o 1561 – 1627) eGiovanni Mauro Della Rovere(1575-1640), pittori attivi a Milano.

Top

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *