San Giovanni di Conca

San Giovanni in Conca  è una cripta di un’antica chiesa basilica a Milano , nel nord Italia . Ora si trova nel centro di Piazza Missori.

Storia

La basilica di San Giovanni in Conca risale al 4 ° secolo e si trovava in un quartiere residenziale della città antica . Resti del pavimento a mosaico di questo edificio originale sono ora nel Museo Archeologico di Milano.

La chiesa fu ricostruita nell’XI secolo, ma fu distrutta dalle truppe di Federico Barbarossa nel 1162. Fu di nuovo ricostruita nel XIII secolo e in seguito divenne la cappella privata dei sovrani visconti di Milano . Bernabò Visconti lo fece collegare al suo nuovo palazzo grandioso attraverso una passeggiata sopraelevata, e fu sepolto qui in un monumento di Bonino da Campione che ora si trova nel Castello Sforzesco insieme a quello della sua consorte Regina della Scala .

Nel 1531, il duca Francesco II Sforza lo donò ai Carmelitani , che eressero un campanile che fu utilizzato come osservatorio astronomico nel 19 ° secolo. La chiesa fu sconsacrata dagli austriaci e chiusa dai francesi alla fine del XVIII secolo.

Nel 1879 la chiesa fu abbreviata per consentire la costruzione dell’attuale via Mazzini; nell’occasione la facciata gotica era annessa all’abside. San Giovanni in Conca fu poi venduto ai Valdesi che, quando la chiesa fu demolita (1949), ricostruì la facciata della loro nuova chiesa in Via Francesco Sforza. I lavori di demolizione furono tuttavia fermati poco prima della loro fine, lasciando solo la cripta e i resti dell’abside.

Rimane

Le rovine di San Giovanni in Conca includono l’unico esempio esistente di cripta romanica a Milano. Ospita reperti archeologici che illustrano la storia della chiesa.

Sopra la cripta sono visibili i resti delle mura absidali, con un’unica bifora e archi ciechi tipici del romanico milanese.

Opere della chiesa che sono ora nel Castello Sforzesco comprendono, oltre ai due monumenti funerari di cui sopra, due figure da  un’Annunciazione  (11 ° secolo), alcuni capitelli romanici e affreschi del 14 ° secolo.

Riferimenti

  • Pagina sulla storia della chiesa (in italiano)
Top

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *