Piccolo Teatro (Milano)

Il  Piccolo Teatro della Città di Milano  (traduzione: “Il piccolo teatro della città di Milano”) è un teatro a Milano , Italia . Fondato nel 1947, è il primo teatro permanente italiano,  [1]  e un “teatro stabile” nazionale, o compagnia di repertori permanenti, ed è considerato un teatro di grande importanza nazionale ed europea.  [2]  [3]  Il teatro ha tre sedi: il Teatro Grassi, in Via Rovello, tra il Castello Sforzesco e la Piazza del Duomo ; Teatro Studio, che in origine doveva essere la sala prove del teatro; e Teatro Strehler, inaugurato nel 1998 con una capienza di 974 posti  [4]. Il suo programma annuale comprende una trentina di spettacoli. Inoltre, la sede ospita eventi culturali, da festival e film, a concerti, conferenze e convegni,  [5]  oltre a sostenere la Scuola di recitazione Paolo Grassi.  [6]

Storia

Piccolo Teatro è stato fondato dall’impresario teatrale Paolo Grassi e dall’attore e regista Giorgio Strehler , insieme a Mario Apollonio, Virgilio Tosi e Nina Vinchi. Secondo Grassi, i fondatori erano idealisti teatrali e politici che cercavano di “proporre principi teorici e standard di condotta pratici radicalmente diversi da quelli che fino a quel momento avevano governato l’attività in Italia”.  [7]  Il consiglio comunale di Milano approvò la trasformazione di Cinema Broletto in Piccolo Teatro, da gestire direttamente dal Comune di Milano il 26 gennaio 1947. La prima rappresentazione, descritta come minimalista,  [6]  ebbe luogo quattro mesi dopo, a maggio 14, 1947, con  L’albergo dei poveri (“Lower Depths”) di Maxim Gorky . Offrendo biglietti convenienti e produzioni a rischio,  [8]  Piccolo Teatro si rinnova per “rivitalizzare l’interesse popolare nei classici del palcoscenico italiano”.  [2]  La sua compagnia divenne famosa per le sue produzioni di Carlo Goldoni e Luigi Pirandello in particolare, e di Bertold Brecht , Eugene O ‘Neill , TS Eliot , Henrik Ibsen , Molière , Georg Büchner e Peter Weiss .  [2]

Negli anni ’60 il Piccolo Teatro fu trasferito al Teatro Lirico (Milano) . Nel 1967, in occasione del suo ventesimo anniversario, il teatro realizzò una produzione di  Il servitore di due padroni  di Goldoni .  [2]

Gli archivi del teatro sono attualmente conservati presso l’Archivio Multimediale del Piccolo Teatro di Milano (AMPT).  [9]  In occasione del 60 ° anniversario del teatro, nel 2007, il Presidente italiano Giorgio Napolitano ha concesso il patrocinio dell’Ente Autonomo Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa per l’intera durata del suo mandato presidenziale di sette anni. A partire dal 2012, è sotto la direzione di Sergio Escobar, insieme al direttore artistico Luca Ronconi .

Stagioni

Nel suo primo decennio, le esibizioni includevano:  [10]

  • 1947:  The Lower Depths  (Gorky),  The Nights of Rage  (Salacrou),  Il prodigioso Mago  (Calderon),  Arlecchino, il Servo di Two Masters  (Goldoni),  The Mountain Giants  (Pirandello),  The Storm  (Ostrovsky)
  • 1948:  Delitto e castigo  (Dostoevskij),  Riccardo II  (Shakespeare),  Il gabbiano  (Chekov),  La pelle dei nostri denti  (Wilder)
  • 1949:  La bisbetica domata  (Shakespeare), La  gente ai suoi tempi  (Bontempelli),  Little Eyolf  (Ibsen)
  • 1950:  Le donne di Parigi  (Becque),  Richard II  (Shakespeare),  The Just  (Camus),  Alcestis  (Savinio),  Summer and Smoke  (Williams)
  • 1951:  A Doll’s House  (Ibsen),  Fool’s Gold  (Giovaninetti),  Never Swear di Anything  (De Musset),  Disaster al North Depot  (Betti),  The Army Lover  (Molière),  The Flying Doctor  (Goldoni),  Hoppla, Such è la vita  (Toller)
  • 1952:  Macbeth  (Shakespeare),  Emma  (Zardi),  Walking on Water  (Vergani),  Elizabeth of England  (Bruckner),  The Government Inspector  (Gogol)
  • 1953:  The Mechanism  (Sartre),  The Worst Sacrilege  (Pirandello),  Lulu  (Bertolazzi),  A Clinical Case  (Buzzati),  Julius Caesar  (Shakespeare),  Six Days  (D’Errico)
  • 1954:  The Crow  (Gozzi),  Triple Bill  (Pirandello),  The Mad Woman of Chaillot  (Giraudoux),  The Masquerade  (Moravia),  The Ideal Wife  (Praga),  The Villeggiatura Trilogy  (Goldoni)
  • 1955:  The Cherry Orchard  (Cechov),  La casa di Bernarda Alba  (Lorca),  The Measures Taken  (Brecht),  Tre quarti della luna  (Squarzina),  La nostra Milano  (Bertolazzi)
  • 1956:  The Threepenny Opera  (Brecht),  From Yours to Mine  (Verga),  The Jacobins  (Zardi),  Coriolanus  (Shakespeare)

Letteratura

Giorgio Guazzotti,  Teoria e realtà del Piccolo Teatro di Milano  , Einaudi, Torino, 1965. (Una edizione rivista e ampliata è stata pubblicata nel 1986).

Riferimenti

  1. Salta su^   Birmingham, Brenda; Bramblett, Reid (2011).  Guida turistica oculare di DK: Milano e i laghi  . Pinguino. pp. 30, 39, 200-. ISBN  978-0-7566-8334-4 . Estratto l’ 11 marzo 2012 .
  2. ^ Salta a: d   Hochman, Stanley (gennaio 1984).  Enciclopedia McGraw-Hill del dramma mondiale: un’opera di riferimento internazionale in 5 vol  . VNR AG. p. 94. ISBN  978-0-07-079169-5 . Estratto il 6 marzo 2012 .
  3. Saltare^   Maanen, Hans van; Wilmer, SE (1998).  Mondi teatrali in movimento: strutture, politica e sviluppi nei paesi dell’Europa occidentale  . Rodopi. p. 402. ISBN  978-90-420-0762-8 . Estratto il 6 marzo 2012 .
  4. Salta^   Walton, Sylvia Tombesi (27 settembre 2005).  Time Out Milano: i laghi e la Lombardia  . Timeout Guide. pp. 66-. ISBN  978-1-904978-09-1 . Estratto l’ 11 marzo 2012 .
  5. Salta in alto^   Who’s Who in Italy SRL (2007).  Who’s Who in Italy Edizione 2007  . Chi è chi in Italia. p. 2554. ISBN  978-88-85246-62-1 . Estratto l’ 11 marzo2012 .
  6. ^ Salta a: b   Marrone, Gaetana (26 dicembre 2006).  Enciclopedia degli studi letterari italiani  . Stampa CRC. pp. 1206, 1797-. ISBN  978-1-57958-390-3 . Estratto l’ 11 marzo 2012 .
  7. Salta su^   Horowitz, Arthur (2004).  I “veri preservatori” di Prospero: Peter Brook, Yukio Ninagawa e Giorgio Strehler – i registi del ventesimo secolo si avvicinano alla tempesta di Shakespeare  . Università di Delaware Press. p. 24. ISBN  978-0-87413-854-2 . Estratto il 6 marzo 2012 .
  8. Salta su^   Bing, Alison (1 gennaio 2007).  Il meglio di Milano  . Pianeta solitario. pp. 81-. ISBN  978-1-74059-759-3 . Estratto l’ 11 marzo 2012 .
  9. Salta su^   Schulte, Hans; Noyes, John; Kleber, Pia (5 maggio 2011).  Faust di Goethe: Theatre of Modernity  . Cambridge University Press. pp. 322-. ISBN  978-0-521-19464-8 . Estratto l’ 11 marzo 2012 .
  10. Salta su^   Hirst, David L. (18 febbraio 1993).  Giorgio Strehler  . Cambridge University Press. pp. 127-. ISBN  978-0-521-30768-0 . Estratto l’ 11 marzo2012 .
Top

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *