Palazzo della Banca Commerciale Italiana

Il  Palazzo della Banca Commerciale Italiana  (in italiano ,  Palazzo della Banca Commerciale Italiana  ) è un edificio storico di Milano , l’Italia , che si trova in Piazza della Scala , nel centro della città. Progettato dall’architetto Luca Beltrami nei primi anni del XX secolo per la Banca Commerciale Italiana (BCI, una banca italiana), è tuttora utilizzato come sede della società (ora fusa in Banca Intesa ). Dal 2011 ospita le Gallerie di Piazza Scala dove sono esposte molte opere provenienti dalle collezioni della Fondazione Cariplo.

Storia

All’inizio del XX secolo, il centro di Milano si è gradualmente evoluto in un distretto finanziario di primo piano. BCI ha deciso di creare un nuovo quartier generale più prestigioso nell’area.  [1] L’  architetto Luca Beltrami è stato scelto come progettista principale, sia per il suo rinomato talento, sia perché la sua fama e influenza personale si sarebbero dimostrate utili per ottenere le autorizzazioni necessarie per il lavoro, compreso il permesso di demolire una chiesa barocca occupata parte dell’area designata per l’edificio BCI.  [2]  Oltre alla chiesa, fu demolito anche il caffè “Caffé Martini” (che era famoso come luogo di ritrovo per i patrioti milanesi che avevano combattuto nelle Cinque Giornate di Milano ).  [2]

Architettura

Nonostante la popolarità dell’Art Nouveau nell’architettura milanese del primo Novecento, Beltrami scelse di basare il suo design sullo stile neoclassico .  [1]  Il motivo era duplice: da un lato, lo stile neoclassico era il meglio per rappresentare l’autorità e il decoro di una grande banca come la Banca Commerciale Italiana; d’altra parte, questo progetto ha creato una simmetria con il teatro La Scala , che occupa un altro lato della stessa piazza. In effetti, La Scala è stata l’ispirazione principale di Beltrami.

L’elemento principale della facciata in marmo è il frontone centrale, con le sue grandi colonne. L’interno dell’edificio (che è ancora parzialmente conservato), è stato anche decorato in stile neoclassico; la sala e la grande scalinata sono gli elementi più importanti. Il progetto comprendeva anche un negozio sotterraneo, utilizzato principalmente per le cassette di sicurezza; alcune delle cassette di sicurezza originali, in ghisa, sono conservate.

Riferimenti

  1. ^ Salta a: b  La sede della Banca Commerciale Italiana
  2. ^ Salta su: b  Attilia Lanza,  Milano ei suoi palazzi: Porta Vercellina, Comasina e Nuova  . Libreria Meravigli Editrice, 1993, pp. 138-139
Top

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *