Giardini Pubblici Indro Montanelli

Giardini Pubblici Indro Montanelli ( “Indro Montanelli giardini pubblici”), precedentemente noto come Giardini Pubblici e Giardini di Porta Venezia (e ribattezzato dopo la giornalista e scrittore Indro Montanelli nel 2002) è un importante e storico parco cittadino a Milano , l’Italia , che si trova nel Quartiere di Porta Venezia , a nord-est del centro città, nella divisione amministrativa della Zona 1 . Fondati nel 1784, sono il parco cittadino più antico di Milano. Dopo la loro istituzione, i Giardini sono stati ripetutamente ampliati (fino alla superficie complessiva attuale di 172.000 m 2 ) e arricchiti con edifici degni di nota, in particolare ilMuseo di storia naturale (1888-1893) e il Planetario (1930).

Storia

Nella seconda metà del XVIII secolo, l’area dei Giardini Pubblici era di proprietà della famiglia Dugnani ed era prevalentemente coltivata; un certo numero di canali irrigava l’area che in seguito fu chiusa. L’area comprendeva anche gli edifici di due ex monasteri (i monasteri di San Dionigi e Carcanine) che avevano cessato l’attività sotto ildominio austriaco . Nel 1780, Ferdinando Duca di Breisgau , viceré di Milano nel 1771-1796, affidò all’architetto Giuseppe Piermarini il rinnovo dell’area e la creazione di un parco cittadino. I lavori furono completati tra il 1782 e il 1786 e in gran parte impiegavano prigionieri che scontano l’ergastolo come forza lavoro. Il design di Piermarini è stato largamente influenzato daGiardini francesi alla francese , con aiuole geometriche e grandi sentieri alberati disposti in modo tale da creare piacevoli effetti prospettici. All’angolo nord-orientale, un’area era dedicata al gioco del calcio .

Nel 1856-1862 l’architetto Giuseppe Balzaretto progettò l’ampliamento del lato ovest dei Giardini basato sul modello del parco paesaggistico inglese con colline artificiali, torri e laghi. Questi lavori furono conclusi dopo l’ Unità d’Italia . Nel 19 ° secolo il Museo di Storia Naturale fu esaltato, insieme ad altre “attrazioni animali” come voliere ed esposizioni con cervi , scimmie e una giraffa ; questo in seguito si sarebbe evoluto nello Zoo di Milano (che è stato smantellato nel 1992). Alcuni degli animali più famosi dello zoo sono stati farciti e sono esposti nel Museo di Storia Naturale; alcune strutture dello zoo (come il padiglione che ospitava ilgabbie dei grandi felini ) sono rimasti.

Monumenti

Numerosi monumenti e attrazioni turistiche sono racchiusi all’interno del parco. Edifici degni di nota sono il Planetario Ulrico Hoepli (progettato dall’architetto Pietro Portalupi nel 1929), il Museo di Storia Naturale (1892, Giovanni Cerutti), il 17 ° Palazzo Dugnani e l’ eclettico Padiglione del Caffè dell’architetto Giuseppe De Finetti.

Una statua di Indro Montanelli è stata fondata nel 2002, quando il parco è stato ribattezzato come il famoso giornalista e scrittore, che era noto per rilassarsi nel parco ogni mattina prima di entrare negli uffici del suo giornale, Il Giornale . Montanelli è stato anche colpito a due zampe dal gruppo terroristico Brigate Rosse il 2 giugno 1977; la sua statua è stata collocata vicino al punto in cui è successo.

Top

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *