Comune di Milano

Il consiglio comunale di Milano (italiano: Consiglio Comunale di Milano ) è l’organo amministrativo di punta del comune di Milano , Lombardia , Italia . È composto dal sindacoeletto di Milano e da un’assemblea di 48 membri eletti. Rappresenta un organo legislativo che può anche controllare le linee guida politiche del sindaco ed essere in grado di far rispettare le sue dimissioni con una mozione di sfiducia .

Il consiglio comunale viene eletto per un periodo di cinque anni e si basa su una scelta diretta per il candidato con un voto di preferenza: viene eletto il candidato con la maggioranza delle preferenze. Il numero di posti per ciascuna parte è determinato in proporzione.

Il consiglio comunale si riunisce a Palazzo Marino , seduto in Piazza della Scala .

Composizione

Il sistema politico dei Comuni d’Italia fu cambiato nel 1993, quando fu introdotto un sistema semi-presidenziale per l’elezione del sindaco. Se fino a quell’anno il Consiglio fu eletto sotto un puro sistema proporzionale e il Consiglio ebbe il potere di eleggere e licenziare il Sindaco di Milano , dal 1993 il Sindaco e il Consiglio sono eletti congiuntamente dai cittadini, con una legge elettorale che assicura agli eletti Sindaco una maggioranza politica nel Consiglio.

Sotto questo sistema, l’elezione del Sindaco è prioritaria rispetto all’elezione del Consiglio. Gli elettori esprimono una scelta diretta per il sindaco o una scelta indiretta di voto per il partito della coalizione del candidato e questo dà un risultato per cui il candidato vincitore è in grado di rivendicare il sostegno della maggioranza nel nuovo Consiglio. Il candidato che viene eletto Sindaco ha sempre una maggioranza del 62% dei seggi (29 seggi) nel Consiglio Comunale, che lo sosterrà durante il suo mandato. I seggi per ciascun partito della coalizione che vince la maggioranza è determinato in proporzione.

In questo tipo di sistema, il Consiglio viene generalmente eletto per un periodo di cinque anni, ma, se il sindaco subisce un voto di sfiducia, si dimette o muore, sotto la semplice clausola simul cadente introdotta nel 1993 (letteralmente rimarranno in piedi insieme o cadranno insieme ), anche il Consiglio si scioglie e viene chiamata una rapida elezione.

Il Comitato Cittadino (italiano: giunta comunale ), l’ organo esecutivo della città, scelto e presieduto direttamente dal Sindaco, è generalmente composto da membri del Consiglio Comunale, che mantengono il potere di voto all’interno dell’assemblea.

Funzioni

Il Consiglio funge da organo legislativo supremo della città. È convocato e presieduto da un presidente ( consiglio del consiglio comunale ) nominato dal Consiglio stesso.

Il Consiglio può decidere in merito a programmi e progetti di lavori pubblici, istituzione e sistema delle imposte, regole generali per l’uso di beni e servizi, previsione e rendiconti finanziari. La risoluzione degli atti di base attribuiti dalla legge alla sua competenza sono lo statuto municipale, i regolamenti, i criteri generali sulla struttura degli uffici e dei servizi.

Dopo la creazione della città metropolitana di Milano nel 2015, che con il suo nuovo Consiglio metropolitano ha il potere di coordinare i comuni intorno a Milano nella fornitura di servizi di base (inclusi trasporti, scuola e programmi sociali) e protezione dell’ambiente, e la riforma amministrativa comunale 2016 , che ha delegato ai 9 Consigli amministrativi di Milano un ampio spettro di funzioni legate ai servizi locali, come scuole, servizi sociali, raccolta rifiuti, strade, parchi, biblioteche e commercio locale, le funzioni del Comune di Milano sono state drasticamente ridotto.

City Hall

Articolo principale: Palazzo Marino

Il consiglio comunale è seduto a Palazzo Marino , un palazzo del 16 ° secolo situato in Piazza della Scala , nel centro di Milano , Italia. Palazzo Marino è stato il municipio di Milano dal 9 settembre 1861. Confina con Piazza San Fedele , Piazza della Scala, Via Case Rotte [1] e Via Tommaso Marino.

Il palazzo fu costruito per, e prende il nome, il commerciante genovese e banchiere Tommaso Marino. Diventò una proprietà dello Stato nel 1781.

Altoparlanti

Questa è una lista degli oratori (in italiano: presidenti del consiglio comunale ) del Consiglio comunale dopo la riforma elettorale del 1993:

Nome Periodo Data di inizio della legislatura
Maria Letizia Gilardelli ( LN ) 20 luglio 1993 12 maggio 1997 20 giugno 1993
Massimo De Carolis ( FI ) 16 giugno 1997 14 maggio 2001 12 maggio 1997
Vincenzo Giudice ( FI ) 24 maggio 2001 30 maggio 2006 14 maggio 2001
Manfredi Palmeri ( FI ) 9 giugno 2006 1 giugno 2011 30 maggio 2006
Basilio Rizzo ( PRC ) 20 giugno 2011 21 giugno 2016 1 giugno 2011
Lamberto Bertolè ( PD ) 7 luglio 2016 21 giugno 2016

Composizione politica

Composizione storica

elezione DC PCI PSI PLI PRI PSDI MSI Altri Maggioranza
7 aprile 1946 22 20 29 6 2 0 0 1 PSI – PCI – DC
27 maggio 1951 30 13 8 6 2 15 4 2 DC – PSDI
27 maggio 1956 25 15 16 5 0 10 4 3 DC – PSDI
6 novembre 1960 25 17 17 6 0 8 5 2 DC – PSDI – PSI
22 novembre 1964 20 18 13 17 0 7 4 1 DC – PSDI – PSI
7 giugno 1970 22 19 12 9 4 8 4 2 DC – PSDI – PSI
15 giugno 1975 22 25 12 3 4 5 6 3 PCI – PSI – PSDI
8 giugno 1980 22 22 16 5 3 4 5 3 PCI – PSI – PSDI
12 maggio 1985 20 21 16 3 8 2 6 4 DC – PSI – PRI
6 maggio 1990 17 16 16 0 5 0 3 23 DC – PSI – PRI
elezione Maggioranza Opposizione Totale Sindaco
6 giugno 1993 36 LN 6 PRC
5 PDS
5 DC
3 Patto di Segni
1 The Network
1 Greens
2 Socialists
1 MSI
60  Marco Formentini
27 aprile 1997 25 FI
10 AN
1 CCD
10 PDS
8 LN
4 PRC
1 PPI
1 Verdi
60  Gabriele Albertini
13 maggio 2001 25 FI
7 AN
3 LN
1 CCD
10 DS
6 DL
3 PRC
3 IdV
1 Verdi
1 Altro
60
28 maggio 2006 27 FI
6 AN
2 LN
1 UDC
19 L’ulivo
2 PRC
2 Verdi
1 Altri
60  Letizia Moratti
15 maggio 2011 20 PD
4 SEL
2 FdS
2 IdV
1 RI
13 PdL
4 LN
1 UDC
1 M5S
48  Giuliano Pisapia

Composizione attuale

elezione Maggioranza Opposizione Totale Sindaco
5 giugno 2016 22 PD
5 NM
2 SI
9 FI
4 LN
3 M5S
2 NCD
1 PRC
48  Giuseppe Sala
Articolo principale: Elezioni comunali di Milano, 2016
e • d  Sintesi dei risultati delle elezioni del Consiglio comunale di Milano del 5 giugno 2016
Parti e coalizioni voti  % sedili
Partito Democratico ( Partito Democratico ) PD 145.933 28.97 22
A sinistra per Milano ( Sinistra per Milano ) SpM 19.281 3.83 2
Italia dei Valori ( Italia dei Valori ) IdV 3.454 0.69 0
Altri 38.674 7.68 5
La coalizione di Sala (a sinistra) 207.342 41.16 29
Forza Italia FI 101.802 20.21 9
Lega Nord LN 59.313 11.77 4
New Center-Right ( Nuovo Centro-Destra ) NCD 15.803 3.14 1
Fratelli d’Italia ( Fratelli d’Italia ) fdi 12.197 2.42 0
Partito dei pensionati ( Partito Pensionati ) PP 2.164 0.43 0
Altri 15.215 3.02 1
Coalizione di Parisi (a destra) 206.494 40.99 15
Movimento a cinque stelle ( Movimento Cinque Stelle ) M5S 52.376 10.40 3
Milano in comune ( Milano in comune ) MC 17.635 3.50 1
Radicali italiani ( Radicali Italiani ) RI 9390 1.86 0
Altri 10.484 2.08 0
Totale 503.721 100.00 48
Voti espressi / affluenza 516.331 51.28
Elettori registrati 1.006.701
Fonte: Comune di Milano – Servizio elettorale

Nota: se un candidato sconfitto per il Sindaco ha ottenuto oltre il 3% dei voti, viene automaticamente eletto consigliere comunale.

Il candidato eletto maggiore non è un membro del consiglio comunale, ma ha il diritto di voto nel consiglio comunale; se Stefano Parisi , eletto in Consiglio Comunale come candidato alla prima coalizione sconfitta, si dimetterà, il suo seggio in Consiglio Comunale passerà a Riccardo De Corato (ex Vice Sindaco dal 1997 al 2011), primo candidato di Fratelli di Italia (FdI), perché questa lista è la prima lista della coalizione sotto la soglia elettorale .

Voto popolare
PD 28.97%
FI 20.20%
LN 11.77%
M5S 10.39%
NM 7,67%
SpM 3,82%
MC 3,50%
NCD 3,13%
Altri 10.55%
Sedili del Consiglio
PD 45.83%
FI 18.75%
NM 10.42%
LN 8,33%
M5S 6,25%
SpM 4,12%
MC 2,1%
NCD 2,1%
Altri 2,1%
Voto popolare (coalizione)
Sinistra (Sala) 41.16%
Destra (Parisi) 40.99%
M5S 10.06%
MC 3,56%
Sedili del Consiglio (coalizione)
Sinistra (Sala) 60.42%
Destra (Parisi) 31,25%
M5S 6,25%
MC 2,10%

Note

  1. Salta^ Nel cortile di una casa in Via Case Rotte c’è una lapide che menziona il palazzo e il suo fondatore Tommaso Marino; vedi[1]
Top

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *