Busto Garolfo

Busto Garolfo è un comune (comune) nella città metropolitana di Milano nella regione italiana Lombardia , situata a circa 25 chilometri (16 miglia) a nord-ovest di Milano .

Storia

Le prime notizie storiche del villaggio di Busto Garolfo risalgono a un documento del 992 d.C. Alla fine del 13 ° secolo c’erano 3 altari in onore di San Bartolomeo, San Innocenzo e Santa Margherita, oltre l’antica chiesa di San Salvatore, costruita dalla nobile famiglia Della Croce che possedeva molte terre nella zona dal 1317. Nel 1464 Stefano Della Croce nella sua ultima volontà ordinò ai suoi eredi di costruire una cappella in onore della Vergine nella chiesa principale di San Salvatore. Durante il tardo medioevo Busto Garolfo divenne prima feudo della famiglia Maggi, poi della famiglia Arconati e infine della famiglia Losetti. Finalmente nel 1664 Giambattista Losetti vendette la città a Giuseppe Arconati, a cui il re di Spagna conferì il titolo di marchese di Busto Garolfo.

Dopo più di un secolo di dominazione austriaca, la città fu coinvolta attivamente negli eventi che portarono all’Unità d’Italia. Durante le guerre d’indipendenza italiane il suo territorio fu teatro di grandi movimenti delle truppe italiane e dell’esercito austriaco, soprattutto durante la battaglia di Magenta nel 1859.

Geografia

Busto Garolfo si trova nell’alta valle del Po . Questa zona è chiamata “Alto-Milanese” per la sua posizione nel territorio tra le province di Milano e Varese. La città ha solo un sobborgo di nome Olcella e si trova verso il confine nord-occidentale. Il canale Villoresi scorre attraverso il villaggio. La mancanza di un fiume vicino richiese la sua costruzione, terminata nel 1890, per irrigare i campi di grano nella zona. Storicamente nel centro della città c’erano due grandi compagnie di tessitura, ora demolite per far posto a molti condomini. Nel dopoguerra l’area industriale si è diffusa a est, in cui esistono vari tipi di aziende, di piccole e medie dimensioni.

Riferimenti

  1. Salta su^ Tutti i dati demografici e altre statistiche: Istituto statistico italianoIstat.
Top

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *